INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK

Cookie

Informativa e acquisizcione del consenso per l’uso dei cookie sul portale web http://pcnitalia.mise.gov.it ai sensi del Provvedimento n. 229 dell’8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali.

 

Cosa sono i cookie?

 

Di seguito la definizione contenuta nel punto 1 della premessa al Provvedimento del Garante di cui sopra:

 

Considerazioni preliminari.I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.

Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).

 

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice, che il gestore del sito potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

 

I cookie servono a migliorare i servizi che ti offriamo, ad esempio:

consentono a un servizio di riconoscere il tuo dispositivo, per evitarti di inserire più volte le stesse informazioni nel corso di un'attività

calcolano quanti utenti stanno usando i servizi, in modo da agevolarne l'utilizzo e assicurare la capacità necessaria a una navigazione veloce.

 

Se non ci autorizzi a usare i cookie, determinate funzioni e pagine non possono funzionare come previsto.

Se desideri eliminare i file cookie eventualmente già presenti sul tuo computer, leggi le istruzioni del tuo browser cliccando sulla voce “Aiuto” del relativo menu.

SEI UN' ISTITUZIONE?

 Ruolo istituzionale del Punto di Contatto Nazionale

Con la “Dichiarazione sugli investimenti internazionali e le imprese multinazionali” tutti i Governi Membri dell’OCSE nonché altri Governi non-OCSE firmatari, si impegnano a collaborare tra loro e ad adottare politiche idonee affinché si crei un contesto internazionale favorevole agli investimenti transfrontalieri ed affinché questi investimenti, inclusi quelli diretti delle imprese multinazionali, diano il massimo contributo al progresso economico, sociale e ambientale e abbiano il minore impatto negativo possibile.

 In particolare, i Governi firmatari:

  • raccomandano congiuntamente alle multinazionali che operano nei loro territori o a partire da essi, di osservare le Linee Guida;

  • si impegnano a garantire alle imprese straniere che operano nel loro territorio un trattamento non meno favorevole di quello accordato alle imprese nazionali;

  • si impegnano a prevenire l’imposizione di obblighi contraddittori alle multinazionali;

  • si impegnano a rafforzare la cooperazione nel campo degli investimenti internazionali diretti rendendo il più possibile trasparenti le misure incentivanti e disincentivanti. 

Come precisato nella Prefazione delle Linee Guida, i cui contenuti integrano la “Dichiarazione…", i Governi aderenti alle Linee Guida si impegnano in modo vincolante ad attuarle secondo la Decisione del Consiglio de (organismo di supervisione e direzione strategica dell’OCSE) sulle Linee Guida.

La Decisione del Consiglio prevede, che, per  lavorare alla messa in pratica delle Linee Guida, ciascun Governo firmatario della "Dichiarazione..." istituisca un Punto di Contatto Nazionale, una struttura per la quale l'OCSE non impone alcuna purché garantisca efficacia, nonché visibilità, accessibilità, trasparenza e responsabilità.

Istituzione del Punto di Contatto Nazionale italiano

In Italia, l’istituzione del Punto di Contatto Nazionale è avvenuta con la legge 273/2002 (art. 39) e con un successivo decreto ministeriale. E’ stata concepita una struttura semplice e snella, organizzata all’interno del Ministero dello Sviluppo Economico (di seguito anche MiSE) - Dipartimento per l'Impresa e l'Internazionalizzazione - Direzione Generale per la Politica Industriale e la Competitività, e così articolata:

  • il Direttore Generale del Punto di Contatto Nazionale, carica ricoperta dal Direttore Generale per la Politica Industriale e la Competitività del MiSE, cui compete l'adozione degli atti definitivi e la rappresentanza del Punto di Contatto Nazionale;

  • il Segretariato del Punto di Contatto Nazionale, composto da un dirigente e da diversi funzionari del MiSE, che assicura la gestione operativa del Punto di Contatto Nazionale; cura la raccolta e la istruzione delle istanze che gli vengono sottoposte; predispone il programma di diffusione e conoscenza delle Linee Guida;

  • il Comitato del Punto di Contatto Nazionale, composto da rappresentanti dei Ministeri interessati e delle parti sociali, che è è investito delle funzioni consultive;

Compiti del Punto di Contatto Nazionale

I compiti demandati al Punto di Contatto Nazionale possono così riassumersi:

  • attività promozionali (formazione, eventi distribuzione di materiale esplicativo, studi e ricerche, strumenti pratici per le imprese e le istituzioni, uso dei media),

  • risposte alle richieste di informazioni;

  • contributo alla soluzione delle controversie eventualmente  possono sorgere in relazione alle Linee Guida (istanze specifiche);

  • informazione fornite agli stakeholders sulla disponibilità di tali strumenti.

 Modus operandi del Punto di Contatto Nazionale

Il Punto di Contatto Nazionale è chiamato ad assolvere ai propri compiti guadagnandosi la fiducia dei partner sociali e degli altri stakeholders, sviluppando relazioni con i rappresentanti degli ambienti imprenditoriali, delle organizzazioni sindacali, di altre organizzazioni non governative e delle altre parti interessate ed eventualmente, istituendo appositi organi consultivi multi-stakeholder od organi di supervisione che assistano il Punto di Contatto Nazionale nell’adempimento dei propri compiti.

 Un’altra modalità di azione dei Punti di Contatto Nazionali dei diversi Governi è la cooperazione e la reciproca consultazione, con possibilità di condurre processi di peer review (apprendimento tra colleghi) e l’obbligo di incontrarsi almeno una volta all’anno per condividere le esperienze e predisporre i rapporti al Comitato Investimenti.

Il Comitato  Investimenti è l’organismo che, in ambito OCSE è responsabile delle misure di liberalizzazione in materia di investimenti internazionali e di servizi. Essa interpreta e attua la "Dichiarazione… " e le decisioni sugli investimenti internazionali e le imprese multinazionali ed è custode dei codici di liberalizzazione dei movimenti di capitale e delle operazioni correnti invisibili. Promuove la liberalizzazione delle politiche sui movimenti internazionali di capitali, investimenti diretti internazionali e le imprese multinazionali e il commercio di servizi, promuove la cooperazione internazionale in questo campo e una migliore comprensione delle questioni politiche in gioco.

La Decisione del Consiglio prevede anche che, in sede OCSE i Punti di Contatto Nazionali collaborino con il Comitato Investimenti  e con il BIAC, il TUAC e l’OECD Watch (organismi di rappresentanza presso l’OCSE, rispettivamente delle imprese, dei sindacati e delle ONG) all’elaborazione ed attuazione di un’”Agenda Proattiva”, cioè di un programma di attività mirate ad approfondire temi cruciali ai fini dell’effettiva osservanza dei principi e degli standard contenuti nelle Linee Guida OCSE da parte delle imprese.